Stampa

Non categorizzato Visite: 4125

 

Giovedì 8 settembre alle 17 i bambini di età compresa tra 7 e 12 anni sono invitati a partecipare all’Arkeotrekking dell’istituzione San Michele gli operatori accompagneranno i partecipanti alla Chiesetta di San Nicola, passando per il Nuraghe Sa Mandra ‘e Sa jua, fino al ponte romano Pont’Ezzu.

Si partirà dalla chiesetta di San Nicola, risalente al XIII secolo, in stile pisano, è realizzata in blocchi squadrati di pietra trachitica rossastra. La leggenda narra che la ricostruzione della chiesetta fu opera degli abitanti di uno degli otto villaggi che diedero vita ad Ozieri.

Si proseguirà alla volta del nuraghe Sa Mandra e sa Jua, che è sicuramente uno dei monumenti più interessanti ma anche più misteriosi della nostra storia. Frequentato ininterrottamente fino al medioevo, il complesso è costituito dal nuraghe e dal circostante villaggio di capanne circolari e rettangolari. Il nuraghe presenta una torre centrale, a cui si addossano due torri laterali che racchiudono ognuna due ambienti.

Il trekking si concluderà al ponte romano Pont’Ezzu: ponte, costruito dai romani in età imperiale, è un notevole esempio di architettura monumentale.

Lungo 89 metri, largo 4,30, edificato su sei arcate, è stato realizzato lungo il percorso che collegava Olbia a Cagliari, per il superamento del fiume Rio Mannu.

Utilizzato fino a qualche decennio fa, nel tempo ha subito molti interventi che hanno modificato l’originale struttura romana.

Per le prenotazioni contattare la segreteria dell’Istituzione San Michele (079787638) o il Museo Archeologico “Alle Clarisse” (0797851052): sarà un pomeriggio diverso e divertente, che si concluderà con una piacevole merenda!