Piazza Carlo Alberto
in evidenza Giovedì 05 gennaio alle 15.30 al Museo Archeologico "Alle Clarisse" l'ultimo appuntamento con i laboratori di Natale "Arriva la Befana"", per info e prenotazioni 0797851052 - Venerdì 06 gennaio alle 11 nel piazzale della chiesa di San Nicola "Arriva la Befana dei Vigili del Fuoco" con tanti dolci e sorprese - Orari apertura invernali siti archeologici Chiesa romanica di Sant'Antioco di Bisarcio e Grotta San Michele 10.00 - 13.00; 14.00 - 17.00
Stampa

 

Progetto, gestito dall’Associazione ARCI Sardegna in cooperazione con l’Associazione “Deina ” e a cui ha aderito il Comune di Ozieri.

 

COS’E’

 

Promemoria Auschwitz è un progetto di educazione alla cittadinanza europea pensato per accompagnare le giovani generazioni alla scoperta e alla comprensione della complessità del mondo che ci circonda a partire dal passato e dalle sue narrazioni, affinché possano acquisire lo spirito critico necessario a un protagonismo come cittadini nel presente.

Guardare alla storia della Seconda Guerra Mondiale, della Deportazione e della Shoah in chiave europea significa costruire la consapevolezza che i processi che ne sono alla base sono parte di un passato comune, così come lo sono le conseguenze sociali, politiche e culturali che quella storia ha prodotto. La costruzione di una società civile non può che fondarsi su questi presupposti, e i viaggi della memoria contribuiscono a educare una generazione di giovani europei che siano in grado di afferrare il senso profondo e complesso delle sfide del presente.

L’obiettivo generale di Promemoria Auschwitz è di educare a una partecipazione che sia libera, critica e consapevole, proponendo un percorso strutturato in grado di alimentare una relazione continua tra storia, memoria e cittadinanza.

È uno spazio in cui i partecipanti hanno l’opportunità di incontrarsi e approfondire tematiche storiche e sociali relative a quegli anni, in un periodo in cui le testimonianze dirette di quei terribili accadimenti cominciano a scomparire.

La tappa più importante e intensa del progetto è il viaggio a Cracovia. I momenti centrali sono rappresentati dalla visita al Museo Fabbrica di Oscar Schindler, la visita guidata al quartiere e all’ex ghetto ebraico di Cracovia, e quella ai campi di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui è dedicata un’intera giornata. Promemoria Auschwitz si configura come un'esperienza molto forte, che coinvolge i giovani partecipanti in riflessioni profonde che si pongono l’ambizioso obiettivo di stimolare nei ragazzi una partecipazione attiva e una conoscenza che, partendo dalle tragiche vicende storiche della seconda guerra mondiale, arrivi ad analizzare in modo critico e costruttivo il presente che li circonda.

 

CHI

Possono partecipare al progetto esclusivamente i giovani:

  • Residenti nel Comune di Ozieri;
  • Di età compresa tra i 18 e 25 anni;
  • Che si impegnino a partecipare a tutte le fasi del progetto, pena l’automatica esclusione;
  • Che si impegnino a contribuire con una quota di € 300,00  che dovrà essere versata nel corso delle riunioni preparatorie antecedenti il viaggio a Cracovia.

 OME ADERIRE

 

Gli interessati dovranno inviare l’allegato modulo di domanda, compilato in ogni sua parte, esclusivamente all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre le ore 15:00 di  sabato 16 Dicembre 2017.

 

SELEZIONE DEI PARTECIPANTI

 

I giovani di cui al punto precedente riceveranno – esclusivamente via e-mail indicata nel modulo di domanda -la convocazione contenente tutte le indicazioni per la partecipazione al successivo colloquio motivazionale di selezione tenuto dagli educatori ARCI.

Saranno esclusi da Progetto coloro che:

  • Non si presenteranno al colloquio di selezione;
  • Non si presenteranno anche ad uno solo degli incontri formativi previsti dal Progetto, qualora selezionati.

 

Saranno ammessi a partecipare complessivamente al Progetto:

n. 8 giovani residenti nel Comune di Ozieri.

 

DOMANDA PARTECIPAZIONE

Stampa

 

Un Tè al Museo

Sette conversazioni sull’archeologia della Sardegna

 

Il Museo archeologico “Alle Clarisse” di Ozieri organizza sette incontri dedicati all’archeologia preistorica e protostorica della Sardegna.

Davanti ad una tazza di tè, la dott.ssa Mariella Campus (archeologa preistorica ed operatrice museale) condurrà i partecipanti alla scoperta della preistoria e della protostoria della Sardegna: partendo dal più antico popolamento dell’isola, passando per la narrazione dell’avventuroso viaggio dei coloni neolitici, attraverso le grandi trasformazioni dell’età dei metalli, il racconto si concluderà con la storia dei costruttori di torri dell’epoca nuragica e delle comunità indigene dell’età del Ferro.

Gli incontri sono aperti a tutti: curiosi, appassionati, docenti delle scuole di ogni ordine e grado, guide turistiche, università della terza età.

Gli incontri si svolgeranno presso il museo archeologico di Ozieri dalle ore 17:00 alle ore 18:30, a partire dal 7 marzo 2019, ogni giovedì.

Il costo dell’intero pacchetto di sette conversazioni è di 35 euro.

Il costo del gettone per singolo incontro è di 6 euro.

Numero minimo di partecipanti: 10

 

Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre venerdì 1 marzo 2019, ai numeri di telefono 079/ 787638, 079/7851052 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. sarà inoltre possibile ricevere il programma completo degli incontri, con il dettaglio degli argomenti trattati.

 

 

Stampa

 

Il 30 gennaio riprendono gli incontri con “Un thè al museo”: l’appuntamento è alle 17.00 al Museo archeologico “Alle Clarisse” con “La Sardegna Medievale e moderna” del dott. Giovanni Frau, che tratterà l’origine dei giudicati e il loro declino fino alla conquista aragonese della Sardegna. Durante l’esposizione si affronterà anche il tema dei villaggi abbandonati nel territorio di Ozieri.

Il 27 febbraio prof. Milanese “La ceramica” farà conoscere i segreti di questo materiale e la sua importanza nell’archeologia, con una particolare attenzione per i reperti ritrovati negli scavi presso Il sito di Bisarcio direttamente da uno dei maggiori esperti del settore, nonché curatore della voce “ceramica” della famosa enciclopedia “Treccani”.

Su prosegue il 12 marzo: il Museo ospiterà la dott.ssa Anna Bini, antropologa, che con la lezione “Antropologia –  studio dei resti umani” affronterà l’interessante  tematica  legata allo studio dei resti umani e all’importanza delle analisi sul campo e in laboratorio per la determinazione  dell’età, del sesso, delle malattie, della dieta alimentare, ecc.. Saranno inoltre illustrati alcuni risultati degli studi sugli individui ritrovati durante le campagne di scavo a Bisarcio.

Il ciclo si concluderà il 26 marzo con la Dott.ssa Maria Chiara Deriu, che con la lezione  “Numismatica” illustrerà questa importante disciplina e la sua applicazione in campo archeologico con particolare attenzione sui rinvenimenti locali.

Stampa

 

Giovedì 14 novembre alle ore 17 riprenderà l’appuntamento “un tè al museo” organizzato dall’Istituzione San Michele presso il Museo archeologico “Alle Clarisse” di Ozieri. Il programma sarà calendarizzato in 12 incontri, di cui 4 nel 2019 e gli altri nel 2020. Le lezioni, tenute da illustri studiosi e da docenti di fama internazionale, condurranno i partecipanti lungo un percorso storico che dalla Sardegna fenicia e punica arriverà fino all’età moderna; alcune saranno invece incentrate sull’analisi di alcuni campi specifici dell’archeologia, come l’archeobotanica, lo studio della ceramica, l’antropologia, ecc. Tutte le lezioni avranno un approfondimento mirato alla conoscenza della Sardegna durante le varie epoche storiche, con connessioni, in alcuni casi, col territorio di Ozieri. Il primo appuntamento sarà tenuto da prof. Michele Guirguis, docente di archeologia fenicio punica all’Università degli studi di Sassari. Seguirà il 22 novembre la lezione sui popoli del mare, tenuta da prof. Francesco Pala, il 5 novembre il dott. Giacomo Calvia, dottorando in Scienze e Tecnologie della Terra e dell'Ambiente effettuerà un excursus sulla flora e la fauna in Sardegna dalla preistoria ai giorni nostri, e il 12 dicembre il già Rettore prof. Attilio Mastino terrà una lezione sulla Sardegna romana. Le successive lezioni saranno calendarizzate in seguito, in base alla disponibilità dei docenti. Gli incontri sono aperti a tutti: curiosi, appassionati, docenti delle scuole di ogni ordine e grado, guide turistiche, università della terza età. Gli incontri si svolgeranno presso il museo archeologico di Ozieri dalle ore 17:00 alle ore 18:30, a partire dal 14 novembre 2019, di giovedì. Il costo del pacchetto di quattro conversazioni è di 20 euro. Il costo del gettone per singolo incontro è di 6 euro. Le iscrizioni dovranno pervenire ai numeri di telefono 079/7851052 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. sarà inoltre possibile ricevere il programma completo degli incontri, con il dettaglio degli argomenti trattati.

                                                                                               Il direttore del Museo Archeologico

                                                                                            Giovanni Frau

Stampa

 

Una nuova rassegna letteraria partirà venerdì 6 aprile. Organizzata dall'Istituzione San Michele - servizio biblioteca, con i volontari del Servizio Civile del progetto "In Biblioteca Puoi...istruzioni per l'uso" gli incontri di "Un viaggio tra le pagine" si proseguiranno nel Centro Culturale San Francesco alle 18.30 giovedì 12 aprile e venerdì 20.

Venerdì 6 aprile, si tratterà il tema della condizione femminile dalla classicità ai giorni nostri nell’intervento animato dalle docenti di Lettere, Latino e Greco del Liceo Classico di Ozieri Giovanna Arcadu e Pierina Carroni.
Giovedi 12 aprile, si ripercorreranno le tappe dell’emancipazione del pensiero femminile attraverso un commento a "Una stanza tutta per sé" di Virginia Woolf con Monica Farnetti, scrittrice, socia fondatrice della Società Italiana delle Letterate e docente di Letteratura Italiana all’Università di Sassari. L’incontro si svolgerà nella serena atmosfera di un tè letterario.
Infine, venerdì 20 aprile, attraverso la presentazione del romanzo "Agosto" di Sotera Fornaro, studiosa di cultura e letteratura tedesca e docente di Letteratura Greca all’Università di Sassari, si affronterà una delle tematiche più complesse e attuali del nostro tempo: lo sbarco dei migranti. Durante la serata, che vedrà la partecipazione della Caritas di Ozieri, interverranno alcuni migranti, ospitati nella nostra cittadina, per dare testimonianza delle loro storie.

Pagina 47 di 49

center>