| Stampa |

Non categorizzato

Il 5 marzo sono iniziati gli eventi del “Marzo delle Donne”: un ricco calendario di eventi per celebrare le Donne, con momenti di celebrazione per i diversi ruoli che esse rivestono nella società, creando occasioni di riflessione, ma anche di svago e benessere.

Gli eventi che animeranno la città con momenti di incontro e di riflessione, saranno realizzati in stretta sinergia tra l’Assessorato alla Cultura e Pari opportunità del Comune di Ozieri e l’Istituzione San Michele, con la collaborazione della Proloco, la Scuola Civica di Musica del Monte Acuto e le Associazioni impegnate nel campo della Cultura, dello Spettacolo e dello Sport.

Fino all’8 marzo nella Sala dei Reduci e Combattenti sarà allestita la mostra di pittura e grafica dell’artista Olesya Kuroles  “Women’s  Day”. Martedì 8 marzo alle ore 19:30 la mostra si chiuderà con un momento musicale dedicato a tutte le donne con il trio formato da Francesco Manai, Laura Mulas e Andrea Piliu.

Il 12 marzo alle ore. 19:00 al Teatro Civico “O. Fallaci” sarà la volta della danza con “Danza/Dàn-za/Femminile singolare…”: spettacolo della scuola di danza DanceozieriAcademy di Cristina Resta. Tre monologhi recitati da Federica Seddaiu raccontano la forza emotiva della danza, del concetto di bellezza che schiaccia l’emotività. Viene descritto il  percorso di un danzatore, dalla prima scarpetta al professionismo, attraverso tante fasi di passaggio e di crescita, bersagliato da stereotipi estetici irraggiungibili e da giudizi, per giungere alla conclusione che per diventare bravi danzatori bisogna per entrare in contatto con sé stessi, vivere la propria emozionalità, raccontare la bellezza di ciò che sta dentro. Con le coreografie di Aurora Sanna Martina Mazza Barbara Lutzu e Cristina Resta

Si esibiranno allievi tutte le età, con la presentazione del progetto “Danzabilità”.

La sala conferenze Museo Archeologico “Alle Clarisse” sarà la location per i prossimi eventi:

Il 18 alle ore. 17:30 l’archeologico Nicola Dessì e l’antropologa Claudia Zedda dialogheranno di spiritualità al femminile con l’evento “I culti femminili dalla preistoria oggi”, accompagnati dalle letture dell’attrice Carmela Arghittu. La serata sarà moderata la travel blog Giuseppina Deligia di Bimboispalla.

Il 19 marzo alle 18:00 sarà inaugurata la mostra “Davanti ai tuoi occhi” di Silvia Maxia, con la sua performance teatrale “Condividere il peso”. Sarà inoltre possibile assistere alla  sfilata “Volti, forme e colori”  di abiti delle attività commerciali di Ozieri e gioielli creati dalla stessa artista.

Cristina Muntoni il 26 marzo 17:30 sarà la protagonista dell’evento “Le Grandi donne sarde”: conferenza esperienziale tra storia, arte, musica, teatro e meditazione.

Un incontro per apprendere gli insegnamenti alcune donne sarde eccezionali che hanno segnato la storia dell'isola ma che, in quanto donne, sono state dalla storia stessa dimenticate o non dovutamente valorizzate.

Docente di Storia della Sacralità Femminile, la branca di studio che unisce diverse discipline e campi del sapere, ricercatrice del Comitato scientifico del Centro Studi Identità e Memoria, Cristina Muntoni presenterà figure femminili poco conosciute come Ninetta Bartoli (prima sindaca d’Italia) e Carmen Melis (soprano di fama internazionale) e altre celebri come Maria Lai, Maria Carta e Eleonora d’Arborea.

Ad accompagnarla l’Associazione Culturale Inoghe.

Al termine, una meditazione volta a integrare interiormente i valori centranti che ognuna delle donne raccontate ci lascia in eredità spirituale.

Il Marzo delle Donne si concluderà il 31 marzo alle  17:00 nel  quartiere San Nicola con la Commemorazione in onore di Romina Meloni, curata dall’Ass. Giovani San Nicola, in collaborazione con la Scuola Civica di Musica “Monte Acuto”, dell’Ass. Inoghe e dello Spazio Donna del Centro per la famiglia Lares.