Le Chiese
in evidenza Venerdì 10 settembre al Museo Archeologico doppio appuntamento: alle 17.00 presentazione del libro Circolo Nuraghe 1980-2020. Diario di quarant’anni’ curato da Mario Ledda con i giornalisti Guglielmo Leoni e Alberto Venturi, alle 18.30 inaugurazione del nuovo allestimento della sezione etnografica con l'espozione di un abito femminile di Ozieri di fine Ottocento, l'esibizione del coro Città di Ozieri e la sfilata degli abiti tradizionali - Dal 18 al 25 settembre si svolgerà ad Ozieri il Festival "Terra, luogo del nostro abitare" della Fondazione Daga - Nuovi orari estivi: Chiesa di Sant'Antioco di Bisarco 10.00 - 13.00; 14.30 - 19.00; Grotta San Michele 10.00 - 13.00; 15.00 - 18.00

Ozieri e la Diocesi

La grande importanza storico, culturale e sociale che l’istituzione ecclesiastica ha avuto a Ozieri è testimoniata dai numerosi complessi religiosi presenti nell’abitato e nel suo territorio. Ozieri nel corso degli anni ha ospitato numerosi ordini religiosi che hanno segnato la sua storia: Francescani, Cappuccini, Gesuiti, Clarisse.

La storia della chiesa ozierese è intimamente connessa a quella della Diocesi di Bisarcio. Quest’ultima venne soppressa nel 1503 e contestualmente incorporata alla Diocesi di Alghero. A seguito dell’interessamento dei “prinzipales” di Ozieri, nel 1621 venne istituita una Collegiata di Canonici. Nel 1803 Ozieri divenne sede della ricostituita Diocesi di Bisarcio.

Il titolo Diocesi di Ozieri è in uso dal 1915.

 

center>