Chiesa di San Sebastiano Martire
in evidenza Sabato 14 dicembre al Teatro O. Fallaci alle 10.30 e alle 18 proiezione del documentario "In Questo mondo" di Anna Kauber, con la regista e le donne pastore del Logudoro - Sabato 15 dicembre alle 17.00 al Museo Archeologico Alle Clarisse inaugurazione della mostra "Mare Nostrum: Navi e navigatori tra Sardegna e Mediterraneo nell’antichità" - Sabato 21 dicembre dalle 16.00 in piazza Garibaldi Il Villaggio di Babbo Natale di Magic Dreams, con la casa di Babbo Natale, gonfiabili e laboratori - Domenica 22 dicembre alle 19.00 nella Pinacoteca Cittadina "G. Altana" per il progetto in S'Aera La cena di Natale con la compagnia I Barbarciridicoli, prenotazioni entro il 16 dicembre - Orari invernali Grotta San Michele e chiesa Sant'Antioco di Bisarcio: dal martedì alla domenica 10.00 - 13.00 e 14.00 - 17.00


San Sebastiano Martire – Sec. XVII

La chiesa fu edificata dai cittadini ozieresi quale ringraziamento al Santo per aver liberato la città dalla pestilenza del 1652, come ricorda una lapide conservata al suo interno. La tradizione vuole che a seguito della trasudazione del quadro del Santo, portato in processione per le vie cittadine, l’epidemia avesse miracolosamente fine. La particolarità architettonica dell’edificio, di modeste forme e dimensioni, è data dalla presenza di due campanili a vela.