Chiesa di Santi Cosma e Damiano
in evidenza Venerdì 22 novembre a Palazzo Costi prendono il via le celebrazioni per il rinnovo del patto di gemellaggio con Fiorano Modenese e Maranello: alle 16.30 convegno "L’Italia delle origini (VI IV millennio a.C.): le culture di Fiorano e Ozieri"; alle 18.00 inaugurazione mostre "Migrantes per l'Europa" e "Maranello, Ferrari e la sua gente" visitabili fino al 30 novembre- Sabato 23 novembre alle 16.30 al Museo Archeologico "Alle Clarisse" cermonia di rinnovo del patto di gemellaggio - Sabato 23 novembre alle 17.00 nella Pinacoteca Cittadina "G. Altana" Tonino Oppes presenta il suo libro "Il ballo delle Janas" con l'esibizione delle allieve della palestra DanceOzieri Academy - Mercoledì 27 novembre nella sala ragazzi della Biblioteca Comunale Daniela Mele incontra i bambini per presentare il suo libro "Le avventure della scopa saggina" con laboratorio per la creazione di una scopa saggina - Fino al 1 dicembre nella Pinacoteca cittadina "G. Altana" sarà visitabile la Mostra "Mauerfall: il muro, la caduta e il dopo" - Orari invernali Grotta San Michele e chiesa Sant'Antioco di Bisarcio: dal martedì alla domenica 10.00 - 13.00 e 14.00 - 17.00

SS. Cosma e Damiano – sec. XVI

La chiesa, edificata a partire dal 1593, è conosciuta anche col nome di Chiesa dei Cappuccini poiché annessa all’antico convento dei frati Cappuccini, che vi risedettero dal XVI al XIX secolo. Nel 1868, a seguito delle leggi di incameramento dei beni ecclesiastici da parte dello Stato, il Convento venne trasformato in ospedale. La chiesa ospita il simulacro della Madonna del Rimedio, principale festa religiosa della Città.

L'edificio rispecchia appieno i canoni costruttivi dell’ordine dei Cappuccini ovvero l’impianto a navata unica con tre cappelle sul lato sinistro. La chiesa è abbellita da arredi sei-settecenteschi, tra cui è da segnalare il Tabernacolo ligneo a tempietto barocco, la pala d’altare con la raffigurazione del martirio dei SS. Cosma e Damiano (XVII secolo), la tavola della Madonna del Rimedio posta nella prima cappella, la pala con la Vergine e San Felice di Cantélice nella cappella centrale (XVII secolo), il dipinto con la Madonna con i SS. Sebastiano e Francesco nell’ultima Cappella. Nella stessa chiesa sono conservate quattro reliquari contenenti le reliquie dei santi Valentino, Innocenzo, Reparata e Giustina.

SS. Cosma e Damiano: aperta tutti i giorni 9:00-13:00/17:00-19:00. Don Sanciu tel. n. 339/8582370