Una passeggiata nei secoli
in evidenza Venerdì 22 novembre a Palazzo Costi prendono il via le celebrazioni per il rinnovo del patto di gemellaggio con Fiorano Modenese e Maranello: alle 16.30 convegno "L’Italia delle origini (VI IV millennio a.C.): le culture di Fiorano e Ozieri"; alle 18.00 inaugurazione mostre "Migrantes per l'Europa" e "Maranello, Ferrari e la sua gente" visitabili fino al 30 novembre- Sabato 23 novembre alle 16.30 al Museo Archeologico "Alle Clarisse" cermonia di rinnovo del patto di gemellaggio - Sabato 23 novembre alle 17.00 nella Pinacoteca Cittadina "G. Altana" Tonino Oppes presenta il suo libro "Il ballo delle Janas" con l'esibizione delle allieve della palestra DanceOzieri Academy - Mercoledì 27 novembre nella sala ragazzi della Biblioteca Comunale Daniela Mele incontra i bambini per presentare il suo libro "Le avventure della scopa saggina" con laboratorio per la creazione di una scopa saggina - Fino al 1 dicembre nella Pinacoteca cittadina "G. Altana" sarà visitabile la Mostra "Mauerfall: il muro, la caduta e il dopo" - Orari invernali Grotta San Michele e chiesa Sant'Antioco di Bisarcio: dal martedì alla domenica 10.00 - 13.00 e 14.00 - 17.00

Terra di storia e tradizioni

Centro più importante del Monte Acuto, simbolo di una civiltà che per prima si diffuse in tutta la Sardegna (3500./2700 a.C.). Sede del più antico premio letterario in lingua sarda Ozieri è oggi una vivace cittadina che offre al visitatore l’opportunità di un percorso non convenzionale  di preistoria e di storia dell’isola.

  • Grotta San Michele: che si apre nei cacarei della parte alta di Ozieri, luogo simbolo dell’archeologia sarda fu necropoli durante il neolitico recente (3500/2700 a.C.)
  • Sant’Antioco di Bisarcio: una delle più grandi chiese romaniche della Sardegna. L’isolamento e la posizione scenografica determina una singolare combinazione di paesaggio e arte, costruita in pietra locale costituisce un capolavoro dell’architettura medioevale dell’Isola.
  • Museo Acheologico “Le Clarisse”: ospitato all’interno dell’ex Convento settecentesco delle Monache Clarisse, conserva una ricca  collezione di reperti di varie epoche dal Neolitico al Medioevo. Di particolare rilevanza la collezione Numismatica tra le più ricche della Sardegna.
  • Centro storico: ricco di storia dove sarà possibile ammirare alcuni esempi di architettura neoclassica come le “Altane” (loggiati a colonnine), il Quartiere Spagnolo con la Chiese Convento di S.Francesco, il Mosaico del Prometeo di Aligi Sassu, la Cattedrale neoclassica, le carceri Borgia e la monumentale Fontana Grixoni.

 

 

Per le vie di Ozieri: una passeggiata nei secoli

h. 09.30: arrivo  e visita alla Basilica romanica di Sant’Antioco di Bisarcio.

h. 11.30: visita guidata al centro cittadino e tempo a disposizione per lo shopping

h. 13.00: pranzo in ristorante

h. 16.00: proseguimento per la Grotta San Michele

h. 17.30: visita Museo Archeologico, presso l’ex Convento delle Clarisse

 

A walk through centuries

h. 09.30: visit to the Romanesque basilica of St.Antioco’s in Bisarcio

h. 11.30: guided tour of the town centre and time for shopping

h. 13.00: lunch at restaurant

h. 16.00: cave of St. Michele’s

h. 17.30: visit to the Archeological Museum in the ex-Clarisse Convent

 

possibilità di pernottamento in loco e creazione di  programmi personalizzati

Contatti:

Istituzione San Michele - Tel. 079 787638 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.