Chiesa della Beata Vergine di Monserrato
in evidenza Venerdì 23 febbraio al Museo Archeologico "Alle Clarisse" sarà inaugurata la mostra "Nuragici: un Territorio, un'Isola, il Mediterraneo": alle 15.30 conferenza di presentazione nella sala conferenze della Caritas Diocesana in via Azuni - Le opere del Contest "INNAMORATI dell'Arte" rimarranno esposte fino al 25 febbraio nella pinacoteca Cittadina "G. Altana", aperta dalle 16 alle 19 - Sabato 24 febbraio alle 21 al Teatro Civico rappresentazione teatrale della Compagnia Teatro Sassari "Quando il Marito va a Caccia" - Alle 21 di domenica 25 febbraio al Teatro "O. Fallaci" per la rassegna CEDAC il balletto "Odyssey Ballet" - Nuovi orari: Chiesa di Sant'Antioco di Bisarcio 10.00 - 13.00; 14.00 - 18.00; Grotta San Michele 10.00 - 13.00 - 14.00 -17.00

Beata Vergine di Monserrato – Sec. XVII

Edificata in posizione panoramica sul più alto colle di Ozieri, la chiesa fu costruita a partire dai primi anni del XVII sec. per volontà di Matteo Restarone, le cui spoglie riposano al suo interno. La costruzione fu successivamente sostenuta dai nobili Mazzacau Tola e sua moglie Eleonora dell’Arca, come ricordato in un’iscrizione del 1614 presente in loco. In facciata si apre un portale con timpano triangolare impostato su colonne addossate alla parete. L’interno conserva gli arredi lignei risalenti alla sua costruzione, tra i quali si segnala un pulpito convertito oggi in tavola d’altare e l’altare in legno policromo e dorato risalente al XVII secolo.