Chiesa della Beata Vergine del Rosario
in evidenza Orari apertura invernali siti archeologici Chiesa romanica di Sant'Antioco di Bisarcio e Grotta San Michele 10.00 - 13.00; 14.00 - 17.00

 

A Ozieri la mostra fotografica sui Giganti di Mont’e Prama

 

In occasione di Sant’Andria siti culturali aperti a prezzo promozionale

Occasione per vedere il bronzetto raffigurante il pugilatore

 

Su trinta e Sant’Andria ad Ozieri è anche cultura: in occasione della grande festa del vino novello oltre ai siti culturali già visitabili durante tutto l’anno sarà possibile visitarne altri che saranno aperti eccezionalmente per questa occasione come le Antiche Carceri Borgia, i sotterranei di Fontana Grixoni, Palazzo Costi  e il Museo Diocesano di Arte Sacra.

Antiche Carceri Borgia appartenute al Castello di Corte, sono formate dalla cella di rigore, la cella femminile e quelle maschili e la cella di isolamento. Conservano ancora le pavimentazioni a lastroni di pietra, i tavolacci su cui dormivano i detenuti e le finestre con triplice inferriata. Fino al XVII sec. nel cortile venivano eseguite le condanne a morte.

Fontana Grixoni venne realizzata nel 1594 e si trova al termine della salita di Via Vittorio Emanuele, nota anche come “Sa Ena” a ricordo di un’antica vena d’acqua che vi scorreva nel passato. Per questa occasione è possibile visitare il sotterraneo dove si può osservare come l’acqua venne incanalata per sgorgare dalle bocche della fontana.

Poco distante si trova Palazzo Costi, un palazzo nobiliare appartenuto alla famiglia Costi – Garau, e rappresenta un bell’esempio di abitazione signorile della città. In occasione di Santu Andria sarà possibile visitare il piano terra dove è allestita una mostra dedicata a Maria Teresa Cau

Il Museo Diocesano di Arte Sacra, si trova nella piazza principale di Ozieri e anch’esso appartenne alla famiglia dei Borgia, che lo donò ai Gesuiti per istituire ad Ozieri le scuole popolari. Divenne poi sede del Seminario e oggi sede museale. Il percorso del Museo si articola secondo un ideale itinerario storico, liturgico e devozionale nel quale la cultura artistica e documentale racconta un percorso di fede lungo quasi un millennio. Ospita due opere del pittore noto come il Maestro di Ozieri (XVI sec.): il retablo di Nostra Signora di Loreto, costituito da sette tavole dipinte ad olio, e il Discendimento dalla croce.

Oltre alle aperture straordinarie a prezzi promozionali, sabato 26 alle 11 si potrà assistere  in Fontana Grixoni all’esibizione del Francesca Lisetto Trio con “Sorrisu de un’istella” e le canzoni di Maria Teresa Cau. Progetto che nasce per celebrare la prima cantautrice sarda, una grande interprete di canto tradizionale, diventata una delle maggiori esponenti femminili di canto a chitarra. Francesca Lisetto alla voce, Sandro Lazzeri alla chitarra e Dario De Nicola alla fisarmonica proporranno i brani scritti nei suoi ultimi anni di vita, quelli più intimi e personali, con l'intenzione di dar luce, anche attraverso la lettura di poesie inedite, ad un importante interprete.

Al Museo Archeologico “Alle Clarisse” sarà possibile, fino al 5 dicembre, visitare la mostra dedicata ai Giganti di Mont’e Prama: l’esposizione è suddivisa in tre parti e comprende “I giganti di Mont’e Prama” della Fondazione Mont’e Prama e ANCI Sardegna, la sezione sul restauro delle sculture realizzata dalla Soprintendenza Archeologica Provincia di Sassari e Nuoro e le gigantografie dei nuraghi più importanti del territorio dell’Unione dei Comuni del Logudoro. Le esposizioni vogliono raccontare le maestose statue, risalenti alla Civiltà nuragica ritrovate nel 1974 nella Sardegna centro-occidentale nella località di Mont’e Prama nel Sinis di Cabras. Sarà inoltre l’occasione per vedere il bronzetto raffigurante il pugilatore, uno dei reperti più importanti esposti al Museo.

Gli orari di apertura hanno subito delle modifiche per motivi di sicurezza e per permettere ai visitatori di godere dei beni culturali durante tutta la giornata e sono i seguenti:

Antiche Carceri Borgia, Museo Archeologico “Alle Clarisse”: orario continuato 10 – 21

Sotterranei di Fontana Grixoni: orario continuato 10- - 17

Museo Diocesano di Arte Sacra: 16 – 21

Palazzo Costi: 18 - 21

Grotta San Michele e Chiesa di Sant’Antioco di Bisarcio : 10 – 13

 

I Giganti di Mont’e Prama

Mostra fotografica

26 novembre -  5 dicembre

Museo Archeologico “Alle Clarisse”

Il Museo Archeologico “Alle Clarisse” di Ozieri dal 26 novembre al 5 dicembre ospiterà la mostra fotografica dedicata alle statue di Mont’e Prama. L’esposizione è suddivisa in tre parti e comprende “I giganti di Mont’e Prama” della Fondazione Mont’e Prama e ANCI Sardegna, la sezione sul restauro delle sculture realizzata dalla Soprintendenza Archeologica Provincia di Sassari e Nuoro e le gigantografie dei nuraghi più importanti del territorio dell’Unione dei Comuni del Logudoro.

Le mostre vogliono raccontare le maestose statue, meglio conosciute come “Giganti di Mont’e Prama”, risalenti alla Civiltà nuragica ritrovate nel del 1974 nella Sardegna centro-occidentale nella località di Mont’e Prama nel Sinis di Cabras.

La scoperta del sito avvenne casualmente nel marzo del 1974 ad opera di contadini che eseguivano lavori agricoli. Seguirono diversi interventi di scavo e di recupero, tra il 1975 e il 1979. La prima campagna di scavo consentì di individuare una decina di sepolture.

Con il 2006 le statue di Mont’e Prama sono venute nuovamente alla luce dai numerosi luoghi in cui erano conservati i frammenti grazie alla ferrea volontà e alla determinazione di Antonietta Boninu: si è intrapreso un ampio progetto di restauro e tutti i pezzi sono stati finalmente portati e assemblati in un unico luogo. Si tratta di circa cinquemila frammenti delle dimensioni e delle fogge più varie che restituiscono quello che a oggi è il più grandioso complesso statuario della Sardegna preromana e uno dei più importanti del Mediterraneo.

Le ventotto statue finora identificate rappresentano pugilatori, arcieri e guerrieri, ma sulla loro funzione sono ancora diverse interpretazioni.

Gli allestimenti, espositi in occasione dell’evento “Su Trinta e Santu Andria 2022, saranno visitabili fino al 5 dicembre, salvo proroghe, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 a dalle 15 alle 18.

La visita è compresa nel costo di ingresso al museo, ma con possibilità di acquisto separato al costo di 2 euro.

Per maggiori informazioni contattare il Museo Archeologico al  numero 079 7851052

 

Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo

F@Mu 2022 | Diversi ma Uguali

Ozieri - Museo Archeologico “Alle Clarisse”

Domenica 9 ottobre 2022

Domenica 9 ottobre al Museo Archeologico “Alle Clarisse” ritorna F@Mu, la “Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo”.

Vista la grande partecipazione ed entusiasmo degli anni precedenti l’Istituzione San Michele e l’Assessorato alla Cultura hanno rinnovato l’adesione anche per il 2022 con un evento al Museo Archeologico “Alle Clarisse”.

 “Diversi ma Uguali” è il titolo di questa edizione: è partendo dal presupposto che la valorizzazione della diversità (culturale, fisica, cognitiva) sia strumento indispensabile di inclusione sociale che il F@Mu 2022 parlerà ai bambini di inclusione, unicità e accoglienza, per riflettere anche l’accessibilità museale.

Per trasmettere i valori di questa edizione testimonial dell’evento è Geronimo Stilton, il famoso topo giornalista amato dai bambini di tutto il mondo, nato da un'idea di Elisabetta Dam.

Al Museo Archeologico “Alle Clarisse” sarà possibile partecipare ad una serie di laboratori ludico-didattici preceduti da una presentazione video, pensati per accogliere i ragazzi e le loro famiglie seguendo il tema di questa edizione. Sarà l’occasione per riflettere sui concetti di diversità, la loro comprensione e accettazione, con giochi volti a favorire conoscenza, inclusione e abbattimento dei pregiudizi.

L’evento ha una durata di circa due ore e si potrà prenotare un turno a scelta tra quello del mattino con inizio alle 10.30 e quello pomeridiano della 15,30. L’iniziativa è rivolta ai bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni con un costo di partecipazione di € 3,00.

La prenotazione è obbligatoria. Per info e prenotazioni 079 7851052

La Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo F@Mu è l’evento culturale dedicato ai bambini più importante in Italia per promuovere e facilitare l’incontro tra le Famiglie e i luoghi espositivi del nostro Paese. È nata con l’obiettivo di formare i bambini quali nuovi fruitori culturali e rendere i Musei e le loro proposte sempre più “family friendly” attraverso percorsi laboratoriali appositamente ideati che vedono la collaborazione di grandi e piccini.

 

Presentazione del libro

Radici di Ginepro di Gabriella Ghisu

16 ottobre 2022

Teatro Civico “O. Fallaci” - Ozieri

Domenica 16 ottobre alle 18.00 al Teatro “O. Fallaci” di Ozieri Gabriella Ghisu presenta il suo libro “Radici di Ginepro”. La serata  - spettacolo sarà presentata  dalla dottoressa Antonella Masala, con la partecipazione delle ballerine della scuola di danza Floriana  Mura ballet, che con le loro coreografia rappresenteranno i periodi storici  descritti nel libro.

Marieddu è  il protagonista del romanzo e trascorre la sua infanzia tra gli stazzi della Gallura, ma il destino lo porta lontano dal suo paese e dalle attività agro pastorali. Scopre nuovi interessi, l’amore e nuovi orizzonti vincendo le sfide che il fato gli propone. Sullo sfondo dell’appassionante vicenda prende vita un affresco storico del periodo bellico e postbellico italiano.

L´autrice, Gabriella Ghisu, è nata a Sassari dove vive e insegna da sempre teatro, coinvolgendo gli alunni della sua scuola. Fin da bambina è stata affascinata dalla società di inizio Novecento, raccontata dai nonni e dagli anziani, e dalle drammatiche esperienze di guerra vissute dalla famiglia. Ciò l´ha portata ad approfondire le sue conoscenze del secolo passato. Dalle sue opere emerge il fascino per le memorie e la storia degli uomini in cui il presente affonda le sue radici. Ha pubblicato in precedenza Figlia della libertà e Teatriamo.

L’evento è realizzato in collaborazione con l’Istituzione San Michele ed  il patrocinio del Comune di Ozieri.

 

 

L’Istituzione “San Michele” e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ozieri hanno aderito alle Giornate Europee del Patrimonio, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa, che si terrà sabato 24 e domenica 25 settembre 2022.

Il tema di questa edizione è “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro” e gli operatori dell’Istituzione San Michele hanno organizzato nelle due giornate degli eventi speciali al Museo Archeologico “Alle Clarisse” e alle grotte di Ozieri.

In particolare al Museo archeologico con l’iniziativa “Raggiungeteci ecosostenibilmente – visita guidata gratuita al museo”, tutti coloro che  raggiungeranno la struttura in bicicletta o in monopattino, contribuendo alla riduzione del traffico e delle emissioni inquinanti, potranno visitare le sale gratuitamente.

L’iniziativa proposta dagli operatori dei siti archeologici che si terrà domenica 25 settembre 2022 è “Una passeggiata Archeologica: apertura straordinaria con visita guidata alle  Grotte del Carmelo e Mara, e visita alla Grotta San Michele con vista guidata”,.

L’idea, pensata per far conoscere una parte fondamentale dei beni culturali della Città di Ozieri, vuole far riflettere sul tema della sostenibilità, del rispetto e della salvaguardia del patrimonio culturale.

I visitatori saranno condotti, attraverso in un breve percorso di trekking urbano, alla scoperta delle grotte di Ozieri, situate nel colle dei Cappuccini.

Partendo dalla grotta di San Michele, si proseguirà verso la grotta Mara e, per finire, si raggiungerà la grotta del Carmelo. Nel corso dell’escursione verranno illustrate le caratteristiche peculiari di questi monumenti naturali di grande importanza archeologica.

Saranno previste due escursioni, domenica mattina, dalle ore 10:30 e domenica pomeriggio, a dalle ore 15:30 con partenza dal piazzale dalla grotta San Michele.

Il percorso, della durata di circa due ore, è adatto alle famiglie con bambini.

Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe sportive.

Per prendere parte all’escursione è obbligatoria la prenotazione, da effettuarsi contattando l’ufficio turistico della Grotta San Michele al numero 079 771131 (dal martedì alla domenica, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00) entro e non oltre sabato 24 settembre.

Il contributo di partecipazione è 3 euro a persona.   

center>